Lung Unit
Tumore Uroteliale
OncoGeriatria
Tumore rene

Aggiunta della chemioterapia alla radioterapia definitiva per tumore della cervice IB1 e IIA1


Il trattamento standard per il carcinoma della cervice in stadio IB1 e IIA1 è la chirurgia. Per i casi non-operabili, il National Comprehensive Cancer Network consiglia la radioterapia definitiva con o senza chemioterapia.

Si è determinato se l'aggiunta di chemioterapia alla radioterapia migliori la sopravvivenza globale ( OS ) nelle pazienti con cancro della cervice in stadio IB1 e IIA1.

È stato utilizzato il National Cancer Data Base per identificare le pazienti con carcinoma della cervice in stadio IB1 o stadio IIA1, diagnosticate nel periodo 2004-2012 che hanno ricevuto radioterapia definitiva con o senza chemioterapia. 

È stata confrontata la sopravvivenza globale tra i gruppi e sono stati identificati i fattori associati con la sopravvivenza. 
L’abbinamento per punteggio di propensione è stato utilizzato per confrontare i risultati di sopravvivenza.

825 pazienti hanno soddisfatto i criteri specificati. 275 ( 33.3% ) pazienti hanno ricevuto il trattamento con radioterapia da sola, mentre 550 ( 66.7% ) sono state trattate con chemioradioterapia. 

La sopravvivenza globale mediana nelle pazienti trattate con la sola radioterapia è stata di 121.1 mesi, mentre non è stata raggiunta la sopravvivenza mediana globale per le pazienti trattate con chemioradioterapia ( hazard ratio, HR=0.719 ). 

L’analisi abbinata per punteggio di propensione ha confermato che la chemioradioterapia era superiore alla sola radioterapia ( HR=0.701 ).

In conclusione, lo studio ha indicato che l'aggiunta della chemioterapia alla radioterapia definitiva nelle pazienti con cancro della cervice uterina in stadio IB1 o stadio IIA1 è associata a un miglioramento della sopravvivenza globale. 
Sono raccomandati studi prospettici per convalidare questi risultati e per esaminare ulteriormente le differenze nella qualità di vita associate all'uso della chemioterapia. ( Xagena2017 )

Haque W et al, Ginecol Oncol 2017; 144: 28-33

Xagena_OncoGinecologia_2017



Indietro